22/07/2004: SolidarietÓ ai due compagni del DHKpC


Er Avni e Kilic Zeynep sono in carcere dal 1░ Aprile e fra l'altro rischiano l'espulsione con la conseguente consegna al regime turco.
E' forse il primo caso in cui Ŕ stata applicata in Italia la legislazione della "fortezza Europa" riguardo alle cosiddette liste nere, ed Ŕ anche il primo caso in cui si applica l'articolo 270 ter rispetto "all'associazione sovversiva internazionale".
Non abbandoniamo nelle mani degli sbirri questi due compagni e rilanciamo la lotta non solo per compagni pi¨ conosciuti e autoctoni, ma per tutti i compagni caduti nelle grinfie della repressione, quindi anche per Avni e Zeynep.
Fra l'altro abbiamo saputo dall'avvocato Rossi Albertini, uno dei difensori dei due militanti turchi, che essi si ritrovano in galera in condizioni economiche disastrose ( non hanno neanche i soldi per le sigarette), e quindi hanno urgente bisogno di solidarietÓ non solo politica, ma anche materiale.
Per questo ci stiamo attivando per raccogliere soldi per i due compagni, e al pi¨ presto apriremo un conto corrente.
I soldi possono essere mandati tramite vaglia direttamente a loro, o facendo pervenire i soldi ai legali. Questa seconda possibilitÓ Ŕ quella pi¨ veloce e sicura, in quanto gli avvocati possono depositare i soldi direttamente sul loro conto, e quindi questi sono immediatamente disponibili senza alcun intoppo "burocratico".
Invitiamo tutti i compagni a mobilitarsi a sostegno di Er e Kilic.
Appena aperto il conto corrente manderemo il numero. Man mano manderemo pure il resoconto dei soldi raccolti, che poi consegneremo direttamente all'avvocato Rossi Albertini.

LibertÓ per Er e Kilic
Liberi/e tutti/e
Fuoco alle carceri
Onore a tutti i compagni caduti combattendo contro gli Stati e il Capitale

Comitato cittadino contro il carcere e la repressione sociale di Viterbo

http://www.autprol.org/