24/06/2005: Al processo di Viterbo


Decine di compagn* sono venut* in aula al processo per l'occupazione delle case a Bagnaia del 2001.
Erano presenti anche Titto, Tombolino, Simone, Massimo e Stefano, che finalmente hanno potuto rivedere i compagni dopo gli arresti del 26 Maggio.
Imponente la presenza di sbirri, fra i quali si facevano notare in quanto a livore e prepotenza i cani dei GOM.
Ma nonostante tutto il morale dei compagni detenuti era alto e i hanno mostrato la loro determinazione e fierezza.
Come era scontato l'abbraccio dei compagni ha messo in secondo piano lo stesso processo in atto, nonostante il giudice e il pm cercassero di richiamare al silenzio e all'attenzione.
Alla fine si sono vendicati condannando tutti gli imputati a 8 mesi di carcere con la condizionale per tutti eccetto per 3 compagni che giÓ avevano una condanna in giudicato, ma la solidarietÓ fra tutti i presenti (imputati e no) era talmente forte che i GOM inviperiti hanno cercato la rissa alla fine del processo.
Si sono dovuti allontanare fra gli slogan dei compagni.
La lotta, la solidarietÓ, l'amore, il desiderio di un vivere ribelle non si arrestano!
"Noi siamo della stessa materia di cui sono fatti i sogni: e la nostra breve
vita Ŕ circondata da un sonno."


http://www.autprol.org/