06/02/2007: L'ELN ASSASSINA A TRADIMENTO IL COMANDANTE DELL'8░ FRONTE DELLE FARC


RAPPORTO al SEGRETARIATO dello STATO MAGGIORE CENTRALE delle FARC-EP
1) Lo scorso 1 dicembre il compagno RamÝrez, comandante dell'ottavo Fronte "JosÚ Gonzalo Sßnchez", Ŕ morto in un'imboscata tesa da unitÓ dell'ELN sotto il comando di Oscar, nella frazione Barranquilla, tra Palomas e La Calera nel Cauca.
2) Poco prima di morire, il compagno aveva sostenuto conversazioni con quell'unitÓ dell'ELN, al termine delle quali si era concordato di tornare a dialogare una volta fosse finito l'operativo dell'esercito ufficiale in corso. Il compagno si era congedato e si stava allontanando con il proprio gruppo di sicurezza, quando pi¨ avanti si sono presentati combattimenti con l'esercito, che avanzava. Nella manovra di ripiegamento, il compagno RamÝrez Ŕ caduto, insieme a 16 combattenti, in un'imboscata tesa dallo stesso Oscar dell'ELN, con cui aveva conversato poco prima.
3) Sono morti i compagni RamÝrez, Eney, Yefer e Vicente, ed il loro equipaggiamento Ŕ stato raccolto dagli aggressori. Tre combattenti nostri sono stati catturati dall'ELN, mentre gli altri sono usciti illesi e hanno fatto rapporto pi¨ tardi senza problemi.
4) Non si sono presentati combattimenti tra l'ELN e l'Esercito, nÚ quest'ultimo ha seguito l'ELN.
5) Di fronte ai nostri detenuti, i capi dell'ELN hanno affermato di aver preparato un'imboscata anche ai danni del compagno William, vice-comandante del nostro Fronte, senza per˛ riuscire a centrare l'obiettivo. Inoltre, tra le risate, hanno detto che militarmente RamÝrez aveva sbagliato "perchÚ a nessuno verrebbe in mente di ripiegare nella direzione in cui c'Ŕ il suo nemico".
6) Gli scontri e gli operativi militari continuano. Abbiamo giÓ adottato misure correttive per andare avanti nella concretizzazione dei piani del Fronte.
7) Nell'area sono apparsi "los rastrojos", sicari paramilitari al soldo del Cartello del Norte del Valle che, come pubblicamente risaputo, lavorano in collaborazione con gli alti ufficiali delle forze militari per mandare avanti il progetto politico uribista ed i loro progetti economici nella Costa Pacifica, cui partecipano non solo i nuovi "cartellini" ma anche i capi paramilitari di sempre, che dentro e fuori da ItagŘi continuano ad incrementare i loro potere e fortune.
8) Tutte le forze menzionate agiscono in modo coordinato contro le FARC e la popolazione civile presente nell'area, dove lottiamo da circa 30 anni e dove continueremo a dare tutto per la difesa degli interessi della comunitÓ e per la Nuova Colombia, incoraggiati dal sangue versato dai nostri combattenti come il compagno RamÝrez.

Comando d'Occidente delle FARC-Esercito del Popolo
27 dicembre 2006

http://www.autprol.org/