09/02/2007: Detenuta a Girona una compagna legata al movimento anarchico italiano


I mossos d'Esquadra hanno arrestato una compagna di 26 anni a Girona alla quale hanno applicato la legge antiterrorista per una sua presunta relazione con la banda armata, solo perch impegnata nella campagna d'appoggio per Juan Antonio Sorroche, ancora sequestrato nelle carceri di Madrid e in attesa di estradizione verso l'Italia.
L'arresto di Nuria P.O, a quanto dice il suo avvocato, Benet Salellas, avvenuto nella casa occupata in cui vive nel quartiere di Pont Major di Girona, la casa stata perquisita e poche ore dopo anche la casa dei suoi genitori, nel quartiere di Sartia de Ter (Girona) stata visitata dalla polizia
I fatti risalgono al sabato scorso quando la compagna si recata a una manifestazione contro gli abusi polizieschi avvenuta a Olot. Alla fine della manifestazione i mossos hanno perquisito alcuni partecipanti, fra cui Nuria, sequestrandole del materiale di propaganda anarchica (per quanto si sappia) ed anche un lista di istituzioni ufficiali che vorrebbero interpretare come obiettivi terroristici, questo il motivo del suo arresto.
Nuria partecipa nella campagna d'appoggio a Juan Antonio Sorroche, anche lui di Sarria de Ter che lo scorso dicembre stato arrestato a Girona per aver bruciato un furgone delle poste italiane a Rovereto.
Secondo il colletivo della casa okupa la lista dei presunti obiettivi che Nuria aveva con s riguardavano la campagna ed erano luoghi a cui erano state inviate lamentele per la detenzione di Juan.
Nuria ancora nel commissariato di Sants, dove puo rimanere, come prevede la legge antiterrorista, fino a cinque giorni senza comunicare n con i suoi familiari n con i suoi avvocati. Dopo l'arresto una quindicina di persone, fra compagni e familiari, si sono concentrate davanti al comissariato per denunciare il loro rifiuto a questa detenzione. Si sono mostrati manifesti in cui si poteva leggere Basta con la repressione e Basta con i montaggi polizieschi.

09/02/2007

http://www.autprol.org/