04/03/2007: Comunicato di Nuria dalla Spagna


Qui alcune parole brevi con molta energia per tutti voi.
La veritÓ Ŕ che io, la Nuria, non ho mai saputo se definirmi una persona anarchica visto che da sempre ho detto che sono Nuria e che agisco e faccio le cose in una maniera determinata perchŔ nel percorso della mia vita ho raccolto e lasciato indietro le conoscenze nella maniera che credevo opportuno fare.
Con tutto questo vi voglio dire, gridare molto forte e riaffermare che non concordo con nessuna delle loro leggi create a loro giusta misura, che qui l'unico terrorista esistente Ŕ lo stato e tutti i suoi sudditi, schiavi della classe dirigente, conformisti, chi obbedisce e chi comanda, che fanno il possibile per distruggere famiglie in cambio di uno stipendio fisso.
Rimanga ben chiaro che nessuno di loro si Ŕ divertito e ha passato dei momenti straordinari nella loro triste vita, come io ho invece fatto con tutti e tutte voi.
Voglio anche dire che mai intrappoleranno la mia felicitÓ e che se anche sto dietro a delle sbarre non strapperanno la mia libertÓ. Cosý come dice George Orwell nel suo libro 1984: "Dobbiamo avere la coscienza della nostra forza e la forza di stare in strada", voi lo state dimostrando. Non Ŕ per il fatto di portare un manganello e una pistola alla cinta che potranno sgretolare le nostre ideologie, adesso non Ŕ per delle azioni che ci criminalizzano ma perchŔ la pensiamo in un determinato modo. La libertÓ di espressione non entra nella loro lista di vocaboli abituale, Ŕ una parola a loro sconosciuta e sia ben chiaro che mai si sono espressi liberamente.
Non so se lo sapete, per˛ la vostra forza e la vostra energia stanno attraversando questi muri di cemento; qui le notizie arrivano lente per˛ poco a poco stanno filtrando.
Prima o poi star˛ tra di voi per continuare a dare guerra, che la rivolta non si esaurisca tanto dentro come fuori continueremo lottando.
Grazie per questa risposta senza condizioni.
Con molto amore e rabbia da una delle gabbie dello Stato.
SolidarietÓ con l'Escamot Dixan e fino che tutti e tutte i prigionieri siano libere/i.
Salut i forša

Soto del Real
22/02/07

http://www.autprol.org/