04/06/2007: Contratto: la montagna ha partorito un rattaccio


I lavoratori della scuola, come tutti quelli del pubblico impiego, dopo diciassette mesi dalla scadenza del contratto si trovano di fronte ad un accordo fra governo e sindacati istituzionali che:
1. fa scattare gli aumenti retributivi, peraltro miserabili, dal febbraio 2007 con il conseguente ratto di oltre un anno di arretrati;
2. ripete lo scambio indecente fra tagli degli organici e aumenti retributivi nella, ormai tradizionale, logica dei contratti cannibale;
3. impone la triennalizzazione dei contratti, un vecchio obiettivo confindustriale, con l'effetto di ridurre, in tendenza, ancora di pi¨ le retribuzioni dei lavoratori e della lavoratrici;
4. non recupera, nei fatti, nemmeno quanto ci ha sottratto l'inflazione.
Di conseguenza, la CUB Scuola, assieme alle altre organizzazioni della Confederazione Unitaria di Base organizza sin da subito una serie di presidi e mobilitazioni a livello locale e valuterÓ nei prossimi giorni la possibilitÓ di organizzare il blocco degli scrutini.

Per la CUB Scuola
Il Coordinatore Nazionale
Cosimo Scarinzi

329 8998546

http://www.autprol.org/