17/11/2008: Di nuovo in strada per non F.A.R.E. il TAV - CORTEO NO TAV - SUSA 6 DICEMBRE


Ritrovo ore 14,30 Stazione FS

In questi mesi si sono susseguite centinaia di dichiarazioni di Governo, Ministri, Virano, Sindaci e politici di ogni grado, a cui televisioni e giornali hanno dato ampio spazio.
Tutti hanno qualcosa da dire sulla Torino-Lione e tutti sostengono che in Val di Susa (e non solo) la popolazione non Ŕ pi¨ contraria alla costruzione di una nuova linea ferroviaria.
Non dobbiamo cedere a una campagna mediatica creata ad arte per avvilire i NO TAV.
DOBBIAMO SMENTIRLI !!
Noi sappiamo bene che le proteste della popolazione continuano e non vengono ascoltate.
Le tante ragioni del NO TAV non sono mutate in questi anni e nessuno le ha ancora smentire.

NON CI RESTA CHE TORNARE IN STRADA PER RIBADIRE LA NOSTRA CONTRARIETA' A QUALUNQUE IPOTESI DI NUOVA INFRASTRUTTURA FERROVIARIA NEI NOSTRI TERRITORI, ALLO SPERPERO DEL NOSTRO DENARO IN QUALUNQUE OPERA INUTILE E DANNOSA PER L'AMBIENTE E LA SALUTE.

Deve essere chiaro a tutti, a partire dagli Enti Locali fino alla ComunitÓ Europea, che dal 2005 non Ŕ cambiato nulla e che contrasteremo come allora ogni tentativo di sondaggio o inizio lavori.
Questa Ŕ un'occasione in cui non Ŕ possibile delegare. Ognuno deve fare la propria parte, non solo partecipando al Corteo NO TAV, ma anche divulgando l'iniziativa e spiegandone le ragioni.

IL TRACCIATO DELLA NUOVA LINEA TORINO-LIONE E' DECISO. IL PROGETTO PRELIMINARE E' IN CORSO D'OPERA. I FINANZIAMENTI VENGONO SOLLECITATI AD OGNI OCCASIONE.
NON ASPETTIAMO LA PROSSIMA MILITARIZZAZIONE DEL TERRITORIO PER SCENDERE IN STRADA !!

http://www.autprol.org/